Migranti Sea Watch denuncia: nessuno soccorre 80 persone da 24 ore

Bruno Cirelli
Mag 30, 2019

Migranti Sea Watch denuncia nessuno soccorre 80 persone - La nave della Marina militare italiana Cigala Fulgosi è intervenuta al largo della Libia in soccorso del gommone con circa 80 migranti a bordo, in difficoltà da ieri, mercoledì 29 maggio. Era stato lo stesso "gancio" delle Ong impegnate nell'aiuto ai barconi in difficoltà a scagliarsi contro la Marina militare italiana, sostenendo che la nave aveva da ore intercettato il barcone con 90 disperati a bordo ma non aveva fatto nulla per soccorrerlo. L'intervento, secondo quanto si apprende da fonti qualificate, è stato deciso perché le condizioni meteo sono in peggioramento, l'imbarcazione si trova senza motore ed in precarie condizioni di galleggiamento. Una bambina di 5 anni sarebbe già morta a bordo. Siamo quasi certi che sia la P490 dell'ItalianNavy (proprio la Cicala Fulgosi, ndr). Alle 8.25h ci hanno detto che l'elicottero era ancora lì e di poter stabilire che la nave è un'imbarcazione militare. "È necessario un intervento urgente" aggiunge Mediterranea Saving Human.

Tuttavia, la situazione all'alba di stamani era tuttora irrisolta.

Un'ora più tardi, era stato proposto un ulteriore aggiornamento, sempre sui social. "Non c'è alcun soccorso in vista anche se vedono un elicottero". "Le autorità sono state informate e un'imbarcazione della Marina italiana monitora la situazione".

A bordo del gommone vi sarebbero anche 15 minori, tra cui un neonato di 9 mesi a rischio di ipotermia, e una ventina di donne, tra le quali anche una incinta, che starebbe molto male.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE