Def, Tria: "Aumento dell’Iva si può anche evitare, la decisione è politica"

Paterniano Del Favero
Aprile 19, 2019

"Stime su eventuali rimodulazioni sono fatte anche un anno fa - frena rispetto alle indiscrezioni sui giornali - Quello che confermo è scritto nel Def: Valuteremo misure alternative, si possono fare stime alternative di vari disegni possibili di aliquote Irpef, è ovvio che nell'ambito del Mef le stime sono state fatte in continuità".

"La revisione al ribasso delle stime di crescita risulta pienamente coerente con l'evoluzione della situazione economica generale" e "a dicembre era all'1% al di sotto dell'1,2% della Ue" ha spiegato Tria e questo "consente di sottolineare che il governo non ha affatto peccato di ottimismo" e che "le revisioni si sono rese progressivamente necessarie scontando l'andamento della seconda metà del 2018, inferiore ad attese che avevamo chiaramente indicato come rischi di previsione". Non è da oggi che il vicepremier Luigi Di Maio ha preso di mira Tria, colpevole come in passato di aver solo ricordato la dura realtà dei numeri dei conti pubblici, tutta riportata nero su bianco dallo stesso governo.

Secondo l'associazione di categoria che rappresenta le imprese italiane del commercio, l'aumento dell'Iva si tramuterebbe in una mannaia sui consumi e di conseguenza sul Prodotto Interno Lordo: "Considerando l'importanza dei consumi per la nostra economia, preservare il potere d'acquisto delle famiglie è un passaggio necessario per rafforzare le prospettive di crescita". Serve la volontà politica. "Saranno importanti i piani del governo e le riforme ma anche gli orientamenti che il Parlamento esprimerà circa la politica di Bilancio", ha chiarito Tria. Anche il leader della Lega Matteo Salvini assicura che "l'Iva non aumenterà. Siamo al governo per abbassare le tasse, non per aumentarle come hanno fatto gli altri governi". Nel testo, spiegano fonti di maggioranza, sarà citata la flat tax, e ci sarà l'impegno per il governo di sterilizzare le clausole Iva "compatibilmente con i saldi di finanza pubblica". "La legislazione fiscale vigente viene confermata in attesa di stabilire interventi alternativi". Questa decisione colpirà indiscriminatamente le famiglie e ridurrà ulteriormente i consumi.

"Il governo che dice di voler evitare l'aumento dell'Iva, dica come intende farlo prima del voto alle Europee".

"Gli Italiani hanno bisogno di lavoro, salari piu' alti, infrastrutture piu' moderne, piu' investimenti sulla scuola e conoscenza".

"L'Iva non aumenterà. Punto. Costruiamo un'altra possibilità per salvare l'Italia dai bugiardi".

Potrebbe anche risentirne l'occupazione: riducendosi il margine di guadagno, le imprese potrebbero decidere di produrre un po' meno, e quindi di utilizzare meno lavoratori, a fronte anche di una domanda che comunque sarà in calo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE