All'italiano Lorenzo Tugnoli il Pulitzer per la fotografia

Bruno Cirelli
Aprile 18, 2019

Per il settore fotografia, Lorenzo Tugnoli si è aggiudicato il premio Feature Photography (Migliore Fotografia) realizzando, per il Washinton Post, un reportage sulla crisi umanitaria in Yemen. "Per un superbo racconto fotografico della tragica carestia nello Yemen, realizzato attraverso immagini in cui la bellezza e la composizione si intrecciano con la devastazione", queste le motivazioni della giuria. "E' stato un grande momento" ha dichiarato parlando della premiazione. Hanno condiviso il premio per il giornalismo internazionale con l'Ap.

L'amministratrice del Pulitzer, Dana Canedy, citando l'uccisione del giornalista saudita dissidente Jamal Khashoggi, ha reso omaggio ai premiati per aver sfidato il potere con la verita'. Nelle aree più colpite, concentrate nel territorio ribelle nel nord dello Yemen, dove le restrizioni della coalizione sono più severe, migliaia di bambini stanno morendo a causa di malattie legate alla malnutrizione. Nei villaggi più remoti spesso i genitori sono costretti a decidere quali figli salvare e quali no.

È un collaboratore regolare del Washington Post. Lo scatto vincitore è quello di una mendicante che Lorenzo ritrae di fronte a un banchetto di frutta, con il niqab mosso dal vento. Tugnoli, fotografo di "Contrasto", è originario di Lugo ma da tempo risiede a Beirut e svolge il suo lavoro in Medio Oriente e in Asia, in particolare in Afghanistan. Nel 2014 pubblica "The little book of Kabul", un progetto editoriale che traccia un ritratto di Kabul attraverso la vita quotidiana di numerosi artisti che vivono in città, in collaborazione con la scrittrice Francesca Recchia.

L'italiano Lorenzo Tugnoli ha conquistato il premio Pulitzer per la fotografia.

L'intervista al fotografo lughese nell'edizione di mercoledì 17 aprile del Corriere Romagna.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE