Game of Thrones, il trailer del secondo episodio dell ottava stagione

Ausiliatrice Cristiano
Aprile 17, 2019

Sono passati due anni dalla fine della settima stagione di Game of Thrones, la prima scritta in gran parte senza il supporto dei libri di George R.R. Martin, la prima ad aver mostrato momenti di scarsa lucidità narrativa, soluzioni scontate e romanticherie buone per Twilight, non per la serie tv che ha distrutto il rapporto di fidelizzazione tra spettatore e protagonista, elargendo morte, depravazione e assoluta immoralità da ogni episodio.

Ricordiamo che l'ottava stagione di Game of Thrones ha debuttato lo scorso 14 aprile con il suo primo episodio, ricevendo ottime valutazioni dalla stampa e soprattutto dai fan. Non bisogna dimenticare, infatti, che fu proprio Jaime a uccidere a tradimento re Aerys Targaryen, guadagnandosi il titolo di Sterminatore di Re.

Grande attesa per il secondo episodio dell'ottava e ultima stagione di Game of Thrones.

Da lì è tutta in discesa - letteralmente, nel caso della magnifica scena della danza dei draghi, evidentemente ispirata a quelle della saga di Dragon Trainer, cui Kit Harington neanche troppo casualmente è legato - per una puntata d'impostazione molto teatrale, molto televisiva, in cui semplicemente personaggi così a lungo separati finalmente si rincontrano, si dicono quello che si devono dire e risolvono i problemi rimasti irrisolti in questi anni. Si fanno anzi strada i sospetti, in primis di Sansa, e successivamente di Samwell, a far vacillare la reputazione granitica della madre dei draghi agli occhi dell'ex re del nord. In queste scene si scorge anche un bacio tra Missandei (Nathalie Emmanuel) e Verme Grigio (Jacob Anderson), mentre il trailer si conclude con Tyrion che osserva preoccupato la situazione dal parapetto di Winterfell, una scena che echeggia la sua posizione durante la Battaglia delle Acque Nere. Ygritte voleva insegnare a Jon Snow un paio di cosette. La serie proseguirà il cammino con altri 5 episodi dalla durata di circa 60 minuti. Tuttavia è in cantiere uno spinoff di questa serie che regala grandi emozioni a tutti i fan del genere fantasy.

La stessa Barriera, per la prima volta dopo otto stagioni, è spaccata in due, proprio perché il Re della Notte ha distrutto la millenaria difesa dei Sette Regni oltrepassandola insieme al suo esercito.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE