W l'Italia: la disoccupazione a febbraio risale

Paterniano Del Favero
Aprile 4, 2019

A febbraio 2019 3,309 milioni di giovani sotto i 25 anni erano in disoccupazione nella Ue-28 di cui 2,337 milioni nella zona euro.

In calo anche la stima degli occupati a febbraio rispetto a gennaio: -0,1%, pari a -14 mila unità. Gli occupati risultano in calo di 14 mila unità.

A febbraio il tasso di disoccupazione è aumentato dal 10,5% al 10,7%. Il trimestre in questione è quello che va appunto da dicembre a febbraio, dopo la piena applicazione del provvedimento voluta da Luigi Di Maio proprio per ridurre la precarietà. A febbraio, infatti, i dati Istat sono particolarmente sfavorevoli, con un calo di 74 mila occupati in un mese. La disoccupazione è in aumento nell'ultimo mese mentre cala sia nel confronto trimestrale sia nei dodici mesi per effetto della sola componente maschile.

L'Italia è terza per il tasso di disoccupazione nella Ue a febbraio. Il tasso si attesta intorno al 10,7 per cento, in aumento di 0,1 punti. La crescita riguarda entrambi i generi e si concentra tra le persone oltre i 35 anni. Su base annua il numero dei disoccupati è comunque in calo (-1,4%, -39mila). Nella comparazione con i dati pre crisi emerge come il tasso di disoccupazione sia ancora di quasi 5 punti superiore. Nello stesso periodo diminuiscono i dipendenti a termine, mentre si registra un segnale positivo per i dipendenti permanenti. Il tasso di inattività resta stabile al 34,3% per il quarto mese consecutivo. Su base annua, infine, l'occupazione è aumentata di 0,5 punti percentuali, mentre i disoccupati sono scesi dell'1,4% e gli inattivi dell'1,3%. Anche in questo caso la situazione italiana è tra le peggiori e, con 32,8% abbiamo il tasso di disoccupazione tra i più alti dell'intera Unione Europea, dietro solamente alla Grecia con il 39,5% (la Spagna invece ha il 32,4%).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE