Giuliano Sangiorgi racconta il ritorno sul palco di Lele Spedicato

Ausiliatrice Cristiano
Febbraio 18, 2019

Nel frattempo, lo sostituisce in questo tour - che è diventato non solo una storia di musica, ma anche di una famiglia e di un sincero amore - il fratello Giacomo, talentuoso ventitreenne che si è subito dato da fare per aiutare tutti, riuscendoci egregiamente.

Lele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro colpito a settembre da un'emorragia cerebrale, è tornato a sorpresa sul palco. Per l'apertura del tour della band a Rimini, Lele ha imbracciato nuovamente la sua chitarra e ha accompagnato Giuliano Sangiorgi nel nuovo brano 'Cosa c'è dall'altra parte', scritto proprio durante la sua malattia. Come raccontato dallo stesso chitarrista, il padre di Sangiorgi gli è apparso in sogno, letteralmente spingendolo a calci verso la vita: "Me lo ha raccontato proprio Lele", spiega il leader dei Negramaro.

"Non avrei mai voluto scriverla, l'ho maledetta, l'ho urlata al pianoforte". Di nuovo in scaletta ci sono Ridammi il mio cuore e Pezzi di te, mentre l'attacco è stato affidato a Fino all'imbrunire e la chiusura ai ritmi accesi di Nuvole e lenzuola. Ora sono ben 17 gli show nei palasport che hanno già fatto registrare il sold-out su un totale di 20 tappe previste. Quel palco dove dal vivo l'esecuzione di Lele è tornata impeccabile. "Scusate sono un po' emozionato, giusto un po' - ha detto Spedicato con la voce incerta e asciugandosi una lacrima - Ritornerò molto presto". Il chitarrista dei Negramaro è tornato sul palco all'RDS Stadium di Rimini e ha emozionato tutti i presenti con un saluto e una promessa importante.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE