Champions, Simeone il filointerista che vuol far lo sgambetto alla Juve

Rufina Vignone
Febbraio 18, 2019

Questo Atletico è in mezzo alle due grandi anche nella classifica attuale della Liga, dopo il sorpasso. "Dobbiamo migliorare due-tre cose per affrontare queste sfide da dentro o fuori". E nel frattempo è diventato l'allenatore più pagato in attività al mondo, col giallo: l'Atletico infatti non conferma ma il prolungamento di Simeone fino al 2022 sarebbe da 24 milioni netti a stagione.

TROPPI GOL -"Abbiamo preso troppi gol, non è da noi". Qui c'è sempre un'atmosfera fantastica ed è ciò di cui abbiamo bisogno e ciò che vogliamo come giocatori.

La Juve e Cristiano Ronaldo non spaventano Griezmann. È un mio sogno e sono nel posto ideale per realizzarlo. E adesso ce l'abbiamo noi. Vigilia di partita degli ottavi di finale di Champions League tranquilla per i Colchoneros con Le Petit Diable che è abituato, come molti dei suoi compagni, a partite del genere.

Nei giorni immediatamente precedenti il sorteggio degli ottavi di finale a dicembre, continuavano a risuonarmi nella testa le parole con cui Gigi Buffon aveva commentato, esattamente 4 anni prima, l'abbinamento agli ottavi al Borussia Dortmund, nell'edizione che poi si sarebbe conclusa per noi con la sconfitta di Berlino: "Evidentemente è destino che per arrivare a Berlino si debba passare per Dortmund", con chiaro riferimento al percorso che aveva già compiuto, seppure con la maglia della nazionale, qualche anno prima, citazione evocativa alla quale mancò solo l'atto finale per bissare la gioia già vissuta.

AD UN PASSO DALL'ADDIO - "Potevo andarmene in estate ma non c'era motivo di cambiare. I trasferimenti non dipendono solo dal calciatore ma anche dalla società, che forse ha dei bisogni forse no. Non dipende solo dal calciatore".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE