Meghan Markle e quella marijuana che imbarazza

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 1, 2019

Era il 2011 e Meghan Markle mai avrebbe pensato di convolare a nozze con un principe. Del resto il matrimonio in Jamaica non aveva nulla a che fare con quello ripreso dalle tv di tutto il mondo avvenuto il 19 maggio 2018 nella Cappella di San Giorgio al Castello di Windsor in Inghilterra. Subito dopo gli ospiti si erano scatenati tra balli e alcol. Una festa insomma che secondo i tabloid britannici sarebbe stata "allietata" anche dalla marijuana. In passato era stato il padre della duchessa di Sussex, con cui lei ha troncato ogni rapporto, ad aver dichiarato che qualche canna si era vista al matrimonio.

È anche vero che l'attesa di Kate potrebbe però essere interpretata in una maniera diversa: non uno sgarbo indirizzato a Meghan (andando a cacciare e facendo quindi qualcosa che lei odia profondamente), ma un riguardo verso una cognata così sensibile sull'argomento.

Una persona presente al matrimonio ha descritto la futura duchessa come eccitata per la sorpresa fatta ai suoi invitati ma, appunto, non interessata a fumare: "Non era proprio cosa sua". È illegale, ma non è un grosso problema in Giamaica, è quasi una consuetudine laggiù. "Lei sembrava proprio non avere idea di come si fumasse".

D'altra parte, una fonte molto vicina alla corte ha rivelato al Daily Mail che Meghan ha accettato le attività di caccia condotte dai reali, perché si è resa conto che si tratta di attività che la famiglia del marito compie da secoli: "Meghan ha capito che i reali lo fanno da secoli e non cambieranno le loro abitudini". Dagli Stati Uniti, il giovane, assoldato da Mtv, ha chiesto che il Regno Unito, spinto dalla zia Meghan, legalizzi uso e coltivazione della droga leggera.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE