Serie A, Ferrero: "Arbitri condizionati. Il VAR? Non è calcio"

Rufina Vignone
Dicembre 30, 2018

"La cosa bella è che ci ha fatto i complimenti il dottor Allegri".

Come riporta l'ANSA, il tribunale del Riesame, a circa un mese di distanza, ha parzialmente annullato quel decreto disponendo la restituzione dei beni agli indagati.

Il risultato è quello giusto? Si dice che chi inventa la forca ci rimane impiccato, io l'ho detto in tempi non sospetti, va un po' a sminuire la bellezza del calcio. "Sono molto felice della gara che hanno fatto i miei ragazzi, perchè abbiamo tenuto testa della Juventus prima in classifica, meritata, con giocatori di grande spessore".

Ci sono novità sulla vicenda giudiziaria che coinvolge il patron della Sampdoria, Massimo Ferrero, e che ha portato il 28 novembre scorso il gip di Roma ad emettere un provvedimento di sequestro di beni per circa 2,6 milioni di euro. "Quando abbiamo segnato il 2-2 il guardalinee si è diretto verso il centrocampo".

"Però ci andavo. hai visto mai? E' stata una partita episodica, siamo arrivati al 90' facendo soffrire la Juve". Il problema, come ampiamente discusso in questo periodo a più riprese dalla maggior parte degli allenatori e presidenti del nostro campionato, sta nei criteri con cui si fa o meno ricorso all'ausilio della tecnologia. Entra, vince e se ne va. È facile, eh?

FERRERO: "San culino vi ha aiutato anche oggi". Il denaro sarebbe stato distratto attraverso l'utilizzo di fatture false emesse da una società riconducibile a Ferrero, anche se amministrata da un altro soggetto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE