Cina, frena Pil trimestre con dazi Usa - Ultima Ora

Paterniano Del Favero
Ottobre 21, 2018

Oltretutto, il governo cinese aveva fissato un obiettivo di crescita per l'intero 2018 al 6,5% ed è ormai certo che sarà raggiunto. E' il dato più basso dal primo trimestre 2009, in linea con le aspettative di mercato meno rosee.

Pechino torna così a livelli di crescita che non si vedevano dal 2009, quando la grande crisi finanziaria imperversava ancora. Su base congiunturale la crescita del Pil del terzo trimestre si è attestata a +1,6% dall'1,7% (rivisto) dei tre mesi precedenti, in linea con le attese.Gli altri dati di giornata riguardano la produzione industriale di settembre, cresciuta del 5,8%, in rallentamento dal 6,1% di agosto, su stime per un +6,0%. Xi Jinping ha fatto piani fino al 2050, tracciando un percorso verso un primato cinese nella tecnologia oltre che nell'industria.

La guerra dei dazi lanciata da Donald Trump appare sempre più come il tentativo degli Stati Uniti di contenere l'ascesa della Cina, di costringerla a giocare senza infrangere le regole. In secondo luogo, per l'impatto dei dazi imposti dagli Usa, che però si sentirà più sui dati del quarto trimestre. In ogni caso, non si tratterà di nulla di tragico, considerato che nel 2017 l'export della Cina verso gli Stati Uniti solo il 4% del suo Pil.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE