Agenzia delle Entrate, "Rimborso canone Rai": occhio alla mail truffa

Paterniano Del Favero
Agosto 24, 2018

L'oggetto della mail, nella maggior parte dei casi, è il seguente: 'Re: Rimborso Rai -A8005W'.

Le false e-mail segnalate in questi giorni rimandano alla sottomissione di una richiesta sull'indirizzo web del sito dell'Agenzia che in realtà nasconde un link a un sito fraudolento. Ovviamente si tratta del solito vecchio phishing con il pretesto del Canone RAI.

E-mail truffa: l'Agenzia delle Entrate, con il comunicato stampa del 21 agosto 2018, ha informato sul tentativo di phishing camuffato da rimborso Rai.

Le Entrate segnalano che gli oggetti delle email contraffatte e l'importo del fantomatico rimborso possono variare, "ma in ogni caso "le mail in questione non provengono da un indirizzo direttamente collegato all'Agenzia e nascondono un evidente tentativo di truffa".

Canone Rai 2018 esenzione modulo domanda compilazione Dichiarazione Sostitutiva e scadenza tutto quello che c'è da sapere

Ancora una volta ci troviamo a parlare di truffe online: ormai i malfattori hanno capito che è molto più semplice ingannare attraverso la rete che faccia a faccia, ed è quindi la rete il nuovo canale privilegiato.

Come chiaritio nel comunicato stampa, l'Agenzia delle Entrate non invia comunicazioni via e-mail relative ai rimborsi; sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it nella sezione Pagamenti e Rimborsi Rimborsi, si possono consultare le modalità corrette per ricevere un rimborso fiscale.

La raccomandazione, dunque, è quella di cestinare immediatamente i messaggi, non cliccando sui collegamenti presenti e soprattutto non fornendo i propri dati anagrafici o bancari nella pagina web indicata dalle stesse mail. Le e-mail incriminate riportano come oggetto "Re: Rimborso Rai - A8005W" e indicano come mittente l'Agenzia delle Entrate. Solo nel caso in cui la procedura non va a buon fine interviene l'Agenzia delle Entrate.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE