Lazio ko, Inzaghi amaro: "Non siamo fortunati"

Rufina Vignone
Agosto 22, 2018

Badelj è un giocatore dal valore indiscutibile, lo seguivo già lo scorso anno per sostituire Biglia, avrei preferito inserirlo con calma ma è già parte integrante del gruppo e domani giocherà.Ho voluto fortemente Correa, lo seguivo da tempo, è giovane ma ha anche esperienza, è duttile, ha voglia di apprendere, è sempre molto attento e sarà una risorsa importante.

Obiettivo è la Champions, ma tu dove collochi la Lazio? Rispetto a due anni fa che eramo outsider abbiamo lavorato molto per crescere. Le aspettative si sono alzate e abbiamo fatto due ottimi campionati.

"Il 20 maggio abbiamo perso qualcosa di importante". La condizione sta arrivando, ma abbiamo abbassato la guardia. Dovrà tirare fuori ad ogni membro le motivazioni. A me la squadra è piaciuta, e anche la gente ci ha sostenuto come mi aspettavo. Chi gareggia con noi si è rinforzato tantissimo. Noi abbiamo allungato la rosa nei reparti dove eravamo un pochino corti. Certo, con la società c'è sempre intesa e ci sentiamo costantemente. Mercato? Manca ancora qualche ora alla chiusura ufficiale, ma adesso noi abbiamo un allenamento e di conseguenza altre cose a cui pensare. Ci ha mai pensato? Sul gol di Milik cè stato un calo di attenzione e nella ripresa non siamo entrati al meglio. Il ruolo è molto delicato, il ragazzo sa di avere tanti giocatori davanti ma si è meritato la permanenza nel corso dell'ultimo mese. Le garanzie chieste alla società?Per quanto riguarda de Vrij ha fatto una scelta, per Felipe Anderson il suo percorso alla Lazio era concluso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE