Asia Argento: "Non ho mai avuto un rapporto sessuale con Jimmy Bennett"

Ausiliatrice Cristiano
Agosto 22, 2018

"Non ho altra scelta che oppormi a tutte le falsità e proteggermi in ogni modo", aggiunge l'attrice. Nelle ore successive al dilagare della notizia, sono tuttavia emersi elementi controversi sulla questione, che potrebbero indebolire la posizione dello stesso Bennet, come alcuni messaggi affettuosi da lui indirizzati ad Asia Argento e successivi, in termini temporali, alle presunte molestie dell'attrice italiana ai suoi danni.

Non si tratta, a quanto dice, di un risarcimento per aver abusato di lui nel 2013, quando ancora era minorenne, ma di un patteggiamento "compassionevole nei confronti della richiesta ricevuta da Bennett". Ma attualmente la situazione di Asia Argento non è delle più quiete.

La vicendaI fatti si sarebbero svolti in un albergo in California, dove l'età del consenso sessuale è fissata a 18 anni: "Il dipartimento dello sceriffo di Los Angeles (Lapd) è consapevole delle notizie sui media secondo le quali Asia Argento è stata coinvolta nel 2013 in un presunto incidente in un'area di competenza della nostra stazione di Marina del Rey - recita la dichiarazione del portavoce del dipartimento - Al momento il Lapd non ha individuato nessun rapporto su fatti penali nella nostra giurisdizione in relazione a questo incidente". E nero su bianco - riporta il New York Times - rivela di esser rimasto "sgomento", "disgustato", "fortemente traumatizzato" dall'irruenza di chi diverrà poi una delle leader del #MeToo, il movimento delle donne accusatrici del produttore presunto "porcellone" Harvey Weinstein, che per inciso ebbe una storia d'amore durata 5 anni proprio con quella Argento che dopo 20 gliene dirà di tutti i colori.

Nella nota Asia Argento parla esplicitamente di "una persecuzione".

Neppure Bennett rilascerà alcuna intervista, ha precisato il suo legale. Bisogna vedere se sono vere. A rivelarlo è il New York Times, secondo cui la figlia di Dario Argento avrebbe accettato di risarcire con 380mila dollari Jimmy Bennett per fermare l'azione legale contro di lei. "E siano rese grazie ad Asia Argento per il suo sacrificio". "Si stabilisca dunque un patto tra maschi e femmine che garantisca ciò che oggi sembra definitivamente inibito - conclude il critico d'arte - la libertà dell'istinto, che conduce ad atti spesso innominabili, ma inconsciamente desiderati". Quest'ultima insieme ad Asia è stata tra le prime a denunciare Weinstein e nei mesi scorsi ha manifestato anche in Italia insieme all'attrice per sostenere la campagna MeToo: "L'ho conosciuta dieci mesi fa. Anche perché non sempre i mostri che si incontrano hanno denti aguzzi, anzi, spesso sono belli, giovani, insospettabili". In seguito la Lucarelli ha scritto: "Poco tempo fa ho sentito Asia Argento e un po' avevo sperato che ci si potesse trovare a metà strada". Nessuno sa la verità, sono sicura che molte cose verranno fuori ancora.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE