Ryanair, in Italia primo riconoscimento sindacati personale bordo

Paterniano Del Favero
Giugno 7, 2018

Nel 2017 si sono consolidati ulteriormente i dati di crescita del trasporto aereo in Italia, in linea con gli altri Paesi dell'Unione Europea.

Negli aeroporti nazionali sono transitati 174.628.241, con un aumento del 6,2% rispetto al 2016. E il quadro del trasporto aereo italiano tratteggiato nella Rapporto 2017 dell'Enac, presentato oggi in occasione delle celebrazioni del ventennale dell'istituzione dell'ente nazionale dell'aviazione civile. Per numero di passeggeri quello di Roma Fiumicino resta al primo posto con 40,8 milioni di presenze ma va sottolineato il calo sensibile dell'1,8% rispetto al 2016. Lo annuncia la compagnia low cost irlandese in una nota. Per la prima volta la quota di mercato dei vettori low cost supera quella dei vettori tradizionali.

È Ryanair la prima compagnia in Italia. Non è un caso che sul podio dei vettori operanti in Italia figurino due low cost, Ryanair, che si conferma al primo posto con oltre 36 milioni di passeggeri davanti ad Alitalia (21,7 milioni), ed EasyJet (16,5 milioni). È questa la classifica stilata dall'Enac nel Rapporto 2017.

La nostra ex compagnia di bandiera, però, guida la graduatoria per quanto riguarda il traffico nazionale (solo partenze) con 12,1 milioni di passeggeri a fronte degli 11,1 milioni di Ryanair e degli appena 2,8 milioni di easyJet. Un segmento, quello dei mezzi a pilotaggio remoto, dove continua l'impegno istituzionale e regolatorio dell'Enac, che nel 2017 ha valutato 2.697 dichiarazioni di operatori Sapr (sistema aeromobili pilotaggi remoto) per operazioni specializzate non critiche; ha emesso 824 autorizzazioni per operazioni specializzate critiche (valutate 891) e 3 permessi di volo per Sapr di massa operativa maggiore di 25 kg.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE