Francia: indagato il braccio destro di Macron per conflitto di interesse

Bruno Cirelli
Giugno 7, 2018

Kohler, denunciato dall'associazione anticorruzione Anticor sulla base di un'inchiesta giornalistica del sito Mediapart, è legato alla famiglia italiana Aponte, fondatrice della società Msc. Purtroppo (o per fortuna) il piano B anti-Fincantieri non funziona e Saint-Nazaire non si presta al gruppo MSC. Non sarebbe un caso, dunque, che Kohler nell'agosto 2016 lasciò gli incarichi pubblici e andò a lavorare nella sede di Ginevra di Msc. Numero due al mondo nel settore delle spedizioni su navi cargo è diventato il principale cliente - in alcuni casi l'unico - dei cantieri francesi di Saint-Nazaire (Loire-Atlantique). Parigi negli ultimi anni ha fatto di tutto per salvare questo sito storico e per evitare che passasse sotto il controllo italiano. Msc è stato sempre un attore chiave nei negoziati, visto che le sue commesse per la realizzazione di navi da crociera avrebbero potuto trasformare Saint-Nazaire.

Nella denuncia, Anticor rimprovera innanzitutto a Kohler di aver accettato di sedere come rappresentante dello Stato in Cda di STX France dal 2010 al 2012 mentre "non poteva ignorare che esisteva un conflitto d'interessi", dal momento che MSC era stata fondata e diretta dai cugini della madre. Tale situazione, prosegue l'associazione, è continuata anche quando Kohler ha lasciato l'Ape, per approdare al ministero dell'Economia e della Finanze, allora guidato dall'attuale commissario Ue Pierre Moscovici, nel ruolo di vice capo di stato maggiore del discastero. "Alexis Kohler - ha fatto sapere l'Eliseo - ha sempre informato la gerarchia dei suoi legami personali con Msc".

L'Eliseo si prepara ad affrontare una bufera giudiziaria, dopo che il Segretario Generale del Presidente della Repubblica francese è stato coinvolto in un'inchiesta aperta dalla Procura Nazionale che indaga sui reati finanziari. Il pressing, poi, si sarebbe rivolto a Macron che, neoeletto, intende riconsiderare la trattativa.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE