Man City, Touré contro Guardiola: "Ha problemi con gli africani"

Rufina Vignone
Giugno 5, 2018

Il centrocampista ivoriano ha infatti rilasciato un'intervista al quotidiano francese France Football in cui si scaglia contro l'allenatore e il titolo dell'articolo non ha bisogno di tante spiegazioni: "Voglio essere colui che rompe il mito Guardiola".

"Guardiola finge di non avere problemi con gli africani".

E ancora: "Sono arrivato a chiedermi se tutto questo non fosse a causa del mio colore e so di non essere l'unico ad essermi posto questa domanda". Ad esempio qualche giocatore del Barcellona si è chiesto lo stesso.

Effettivamente le presenze di Yaya Touré sono calate drasticamente nell'ultima stagione: 17 presenze in tutto, appena 10 in Premier League e soltanto una, come detto, da titolare. Noi africani non siamo trattati come gli altri da Guardiola, ho visto questo suo atteggiamento ovunque sia andato ad allenare. Un bottino ridicolo per un calciatore del calibro di Touré che con il Manchester City non vuole avere più nulla a che fare. Yaya Touré ha infatti collezionato solo 228 minuti in campionato nel corso dell'ultima stagione, chiudendo per la prima volta l'annata senza gol da quando, nel 2010, si è trasferito alla corte dei Citizens. Queste le sue forti dichiarazioni: "Ero il vicecapitano e davanti a tutti mi dice: 'Non ti vedo motivato".

L'ivoriano saluta il Manchester City dopo otto stagioni e accusa il tecnico, che lo avrebbe preso di mira per motivi caratteriali e forse anche razziali: "Il suo mito va smontato". Se non vuoi restare, vai dai proprietari per sistemare la situazione' denotando così una mancanza di rispetto assoluta. Era come fosse geloso di me, mi vedeva come un rivale. Naturalmente è troppo intelligente per farsi beccare, non lo ammetterà mai, ma il giorno in cui schiererà cinque africani prometto che gli manderò una torta.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE