Chi è Elisabetta Trenta

Bruno Cirelli
Giugno 4, 2018

Il suo nome era già nella lista di Di Maio come possibile ministro subito dopo le elezioni e già nel ruolo che ora ricopre ufficialmente.

Il primo è stato il deputato Michele Anzaldi, poi a seguire molti esponenti del Pd - tra cui il presidente Andrea Orfini - sono andati all'attacco della ministra della Difesa, Elisabetta Trenta."Governo del cambiamento significa mettere al ministero della difesa la presidente di una struttura che reclutava mercenari". "Dalla sistematizzazione di tali collaborazioni, oggi frammentarie, possono derivare sinergie operative, riduzione delle duplicazioni di ruoli e, quindi, risparmi per il bilancio statale, a vantaggio di migliori e più efficienti servizi per la collettività", ha scritto la stessa Elisabetta Trenta nella ricerca 'L'utilizzo duale delle capacità della Difesa per scopi non militari pubblicata sul sito della Difesa". Nata a Velletri, vive a Roma ed è laureata in Scienze Politiche. All'Università 'Link Campus' è vice direttrice del master in Intelligence e sicurezza. È responsabile dei progetti speciali, coordina il master in Intelligence e sicurezza. Ha presieduto il consorzio Criss (Consortium for Research on Intelligence and Security Services), creato da Gianpiero Spinelli, ex paracadutista della Folgore, ora contractor, combattente in zone di guerra per società private.

Capitano della riserva selezionata del corpo di amministrazione e commissario dell'Esercito, la neo titolare di via XX Settembre parla quattro lingue - italiano, inglese, francese e russo - e conosce bene il mondo della Difesa: tra il 2005 e il 2006 è stata sia consigliere per la missione 'Antica Babilonia 9' per il ministero della Difesa, sia 'esperto senior' nella Task force Iraq, a Nassirya, per la Farnesina. Insegna all'università Link Campus. "Ovviamente scordandosi di dirlo".

Sul profilo Linkedin SudgestAid si definisce società consortile italiana, senza scopo di lucro: "Operiamo soprattutto nelle aree dove più gravi sono gli elementi di crisi e maggiori le difficoltà di sviluppo. La nostra azione, in questi ambiti, riguarda la qualificazione delle risorse umane; la pianificazione e programmazione socio-economica e territoriale; la difesa e valorizzazione delle risorse ambientali, idriche, del suolo e sottosuolo; l'innovazione tecnologica; il recupero della legalità e della coesione sociale; il rispetto e valorizzazione delle culture e delle pari opportunità".

Elisabetta Trenta è sposata con un colonnello dei Carabinieri ai vertici di Segredifesa, ufficio della Difesa che, accorpato alla direzione nazionale armamenti, si occupa di tutti i contratti delle forze armate. Alla presentazione della squadra di Di Maio, disse che avrebbe puntato a "investire nel personale e nella tecnologia per assicurare al Paese forze armate più moderne e più capaci di fronteggiare le nuove minacce".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE