Calciomercato Inter, Joao Mario: Non torno, mai più in Serie A

Rufina Vignone
Giugno 4, 2018

La "Gazzetta dello Sport" ha intervistato Joao Mario. Troppa pressione? Macché, io valgo questa cifra (45 milioni di euro, ndr). È quello che spesero, quindi sì. Non è rabbia, prendo atto della situazione al netto dell'anno e mezzo trascorso a Milano. L'idea è chiara: "non torno".

Che continua: "Quando arrivai ero carico per un progetto che sembrava stesse decollando, peccato che poi le cose andarono diversamente". Cambi di proprietà, di allenatori, fu difficile per i nuovi acquisti. Nessuna giustificazione, il caos di quel momento era evidente. Quelle di Joao Mario, infatti, sono affermazioni che possono incidere, e non poco, anche in sede di trattative. Di tutti e di nessuno. Stando alle accuse del portoghese, la responsabilità del suo fallimento è da additare interamente al club nerazzurro ed al calcio italiano in generale, non adatto alle sue caratteristiche.

"Sarebbe inutile presentarmi ad Appiano, nonostante un contratto valido fino al 2021".

E allora? "Spero si risolva tutto il prima possibile, magari prima dell'inizio dei Mondiali". Nel calcio, come nella vita, bisogna essere onesti nel capire quando le cose finiscono. "E con l'Inter è finita".

"Sì, assolutamente. Ho ho ancora tanti amici ai quali voglio bene".

"Sto valutando, la Premier è l'ideale: ambiente spettacolare, torneo fisico e tecnico allo stesso tempo". Poi penso alla Liga. "Ma ora è presto per sbilanciarsi".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE