Roma-Genoa, Alisson: "Che è successo a Dzeko? Può capitare di arrabbiarsi"

Rufina Vignone
Aprile 19, 2018

"Abbiamo fatto bene e quello che conta sono i tre punti". Pochi minuti dopo ancora un errore in contropiede, stavolta con un'incomprensione tra Dzeko e Schick, e il bosniaco ha sbottato di nuovo. Vista l'agitazione, è stato necessario l'intervento dei compagni: il primo a farlo è stato Kevin Strootman, che nel ruolo di paciere ha preso e trascinato via il bosniaco verso gli spogliatoi.

Il 2-0 ha tranquillizzato la squadra? .

È uno dei risultati più pericolosi, ma dietro siamo stati bravi a non mandarli in porta, ma c'è anche l'abilità dell'avversario. Qualche volta tiriamo con chi è poco abituato a tirare, se tira gente come Dzeko e Shick che sono attaccanti si è più tranquilli, dobbiamo chiudere prima le partite e su questo dobbiamo lavorare.

Lotta per la Champions, si arriverà fino alla fine così? "Liverpool? Prima pensiamo alla SPAL poi penseremo a loro". Abbiamo sentito la mancanza di ritmo da parte di quelli che non giocano spesso, ma questo è normale. A questo punto siamo tutti un po' stanchi, ma dobbiamo lottare anche contro questi aspetti. Dobbiamo stare attenti e sbagliare meno.

Sul gol, all'errore di Gerson potevi fare tre passi indietro o no?

Forse potevo tornare, ma forse lui segnava lo stesso. Ma Lapadula è stato bravo a vedere che ero avanti. "Dobbiamo migliorare anche sotto questo aspetto".

E' difficile gestire e tenere lontano il pensiero del Liverpool? Ma dobbiamo giocare bene sabato per prendere fiducia contro il Liverpool.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE