Diabete, il caffè riduce del 30% il rischio di ammalarsi

Barsaba Taglieri
Aprile 19, 2018

Le ultime ricerche svolte evidenziano che questa bevanda molto amata in tutto il mondo ha molte proprietà benefiche per la salute.

Il consumo regolare di caffè potrebbe ridurre del 30% il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. I ricercatori hanno tenuto conto di 30 studi scientifici su una popolazione di 1,2 milioni di persone. Gli autori della review sottolineano comunque che sono necessari studi a lungo termine per confermare l'associazione protettiva e per approfondire i meccanismi della relazione. Per comprendere le cause di questo fenomeno, gli scienziati hanno esaminato i meccanismi biochimici della bevanda, scoprendo che l'effetto benefico sarebbe dovuto alle sue proprietà antiossidanti. I benefici deriverebbero dalla presenza di antiossidanti contenuti nel caffè, che a lungo termine possono ridurre lo stress ossidativo. Nel 2012 uno studio pubblicato sul Journal of Agricultural & Food Chemistry annunciava la scoperta di due componenti del caffè in grado di inibire una proteina chiamata amilina, il cui ripiegamento può causare il disturbo, e un report dell'Isic (Institute for Scientific Information on Coffee) evidenziava il fatto che alcune sostanze presenti nel caffè (acido clorogenico e trigonellina), riducono i livelli di glucosio e insulina nel sangue.

Che il consumo di una quantità moderata facesse bene all'organismo era già stato dimostrato da vari studi. Inoltre, diverse ricerche hanno scoperto che il consumo moderato di caffè, pari a 3-5 tazzine al giorno, proteggerebbe anche dal tumore al fegato e all'endometrio e ridurrebbe fino al 27% il rischio di sviluppare l'Alzheimer.

L'analisi è stata pubblicata su Nutrition Reviews.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE