Consultazioni, la Casellati inizia subito

Bruno Cirelli
Aprile 19, 2018

"Se vi dirà di no è perché vuole fare il premier, e allora non sa stare al mondo". La sala stampa per le consultazioni è stata allestita a partire dalle 16. "Si presenta diviso anche a queste consultazioni e quello che dovrebbe essere il leader nemmeno ci viene" sottoliena Di Maio. Siamo noi che abbiamo preso l'iniziativa già da settimane per un contratto di governo. "La Lega è pronta a governare anche oggi, basta che gli altri smettano di litigare" si legge in una nota del Carroccio, mentre dalle fila di Forza Italia, da cui la Casellati proviene, naturale è la soddisfazione: "Con il rigore e l'equilibrio che hanno sempre contraddistinto il suo operato, saprà offrire al Capo dello Stato un contributo importante per superare, nell'interesse del Paese, questa difficile fase di stallo" afferma Anna Maria Bernini, capogruppo Fi al Senato. Su Twitter, ha poi dedicato ai 5 Stelle una faccia perplessa, invitandoli all'umiltà.

Il Partito Democratico ha divisioni interne. Questo fa onore a Salvini e alla Lega. "Chiediamo in modo altrettanto responsabile che M5s e Di Maio faccia altrettanto", ha detto ancora Giorgetti. Insistere sui veti, però, rischia di prolungare la partita per la formazione del governo: quello affidato a Casellati, sostiene il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia "è un mandato esplorativo con dei limiti ben definiti, quelli di vedere se si trova un accordo, se c'è una maggioranza fra Centrodestra e Movimento 5 Stelle. È lontano dalla realtà", ha proseguito Berlusconi. Lo scenario è Di Maio premier. "Vedremo se a questo punto la loro pregiudiziale, che a me sa di pregiudiziale personale dettata da un interesse privato di Di Maio, si infrangerà contro il muro della maturità e della necessità di dare un Governo al Paese". "Il dialogo è rispetto della volontà popolare ma non rescindiamo dalla guida del governo al centrodestra, segnatamente da Matteo Salvini".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE