Rivolzione Roma Capitale: Raggi presenta il nuovo sito web istituzionale

Bruno Cirelli
Febbraio 8, 2018

Rivoluzione in Campidoglio, rinnovato il portale istituzionale di Roma Capitale. Dopo le modifiche apportate dal M5S allo Statuto di Roma Capitale "che deprime gli strumenti di partecipazione come il ricorso al referendum consultivo ora la giunta grillina si appropria anche di uno strumento che per sua natura dovrebbe essere neutro - continua ancora Piccolo -. Tre le parole chiave: semplicità, trasparenza e partecipazione". "Il nuovo sito - ha sottolineato la sindaca - è semplice perché bastano 3 click per raggiungere tutte le informazioni per accedere ai servizi dell'amministrazione. Una fase di ascolto che continuerà nel corso del tempo". Un cambiamento necessario dal momento che il vecchio sito era molto complesso e complicato per trovare le informazioni.

La versione beta entrerà in funzione già dal pomeriggio di mercoledì 7 febbraio, ma il portale sarà completamente operativo entro la primavera 2018. "Solo il Comune di Roma dà la possibilità di giudicare agli utenti ogni singola pagina. E' la prima volta che succede", ha detto Flavia Marzano, assessora a Roma Semplice nel corso della conferenza stampa di presentazione. Così in una nota la consigliera del PD capitolino Ilaria Piccolo. Dimentica, infatti, che la gara per rinnovare il sito istituzionale è stata avviata nel 2014 ed è stata assegnata nel 2015. Per giunta oggi la sindaca ha annunciato anche una nuova rubrica in pubblicazione sul sito: 'il presidente informa'. "Con la delibera 30 - ha aggiunto Raggi - abbiamo deciso di dare attuazione alla delocalizzazione delle bancarelle che occupano i marciapiedi, impedendo la fruizione della città da parte dei residenti e cittadini, e causando le lamentele dei commercianti che non hanno la giusta visibilità per loro vetrine, inoltre in alcune situazioni le bancarelle ostacolano la buona visibilità degli automobilisti quando sono collocate troppo vicino agli incroci".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE