L'allevamento di cavalli era un resort, la scoperta a San Pantaleo

Bruno Cirelli
Febbraio 8, 2018

Un'azienda agricola, trasformata abusivamente in residence di lusso, è stata sequestrata dalla Guardia di finanza di Olbia. I siti, rigorosamente in lingua inglese, e destinati a vacanzieri internazionali, non fanno quindi che "certificare" quello che i finanzieri del comando provinciale di Sassari, congiuntamente al personale dell'ufficio vigilanza edilizia del Comune di Olbia, si sono trovati di fronte nel corso dell'ispezione eseguita ieri.

La struttura era composta da una casa colonica, con tre camere matrimoniali, soggiorno, sala da pranzo, cucina e terrazzo; anche il granaio e il piano superiore erano stati trasformati e dotati di ogni comfort.

Inoltre, i tecnici comunali, hanno rilevato che, nella villa padronale, vi sono lavori al grezzo relativi ad un locale parzialmente interrato che, da informazioni assunte, sarebbe destinato alla realizzazione di ulteriori due appartamenti muniti di servizi.

Il proprietario, italiano residente in Svizzera, è stato segnalato all'autorità e l'area è finita sotto sequestro. Dalle verifiche, infatti, è emerso che l'immobile, oltre ad essere stato realizzato in difformità alleautorizzazioni edilizie, non poteva svolgere l'attività diaffittacamere.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE