La Repubblica: rissa non solo verbale tra Marotta e Lotito in Lega

Rufina Vignone
Gennaio 27, 2018

Che il nostro calcio non sia in grado di esprimere unità di intenti in uno dei momenti più bui della sua storia sportiva è un dato acclarato, reso ulteriormente evidente dall'ennesimo nulla di fatto con cui si è conclusa l'ultima assemblea di Lega di Serie A, andata in scena ieri. Acque tranquille nemmeno per sogno in Lega Calcio a Milano, perché un accordo non si è trovato su alcun punto e la tensione ha finito per giocare un brutto scherzo a due importanti dirigenti del calcio italiano: stiamo parlando dell'amministratore delegato della Juventus, Giuseppe Marotta, e del presidente della Lazio, Claudio Lotito.

A far scattare la miccia sarebbe stata un'affermazione in dialetto del presidente biancoceleste: "Qua sono tutti impiegati", che ha spazientito Marotta. Trovare un accordo non sarà tanto facile. Una situazione del genere traccia i contorni di quello che sembra lo scenario più probabile: un doppio commissariamento, della Figc e della Lega Calcio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE