Valanga Val Gardena, proseguono ricerche

Bruno Cirelli
Gennaio 26, 2018

Le ricerche del giovane tedesco, come già accennato in precedenza, sono durate un paio di giorni, dopo che era stato travolto da una valanga in Val Gardena lo scorso 24 gennaio. Durante la discesa il primo ragazzo si è accorto che si era distaccata una slavina ed ha cercato di avvertire inutilmente il compagno sotto di lui che ne è stato invece, molto probabilmente travolto. L'uomo però è stato travolto dalle masse nevose e attualmente risulta ancora disperso. Per oltre quattro ore i soccorritori hanno setacciato, senza esito, il cono della valanga.

Anche lui è rimasto ferito, seppur non in maniera grave. Immediatamente il suo amico ha lanciato ll'allarme e sul posto sono subito intervenuti i carabinieri e l'elisoccorso. I soccorritori hanno più volte controllato l'intera zona con le sonde e con un apparecchio che localizza metallo sotto la neve, ma senza successo.

L'arrampicatore purtroppo non aveva con sé l'Arva, l'apparecchio elettronico per la localizzazione di dispersi sotto la neve, per questo la sua salma è stata localizzata solo dopo due giorni di ricerche.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE