TuttoSport contro il tecnico azzurro: "No Sarri, no cry. Piagnistei e lamenti"

Rufina Vignone
Gennaio 26, 2018

È destinata a far discutere ed essere ricordata a lungo dai tifosi la prima pagina con cui Tuttosport ha deciso oggi di criticare l'allenatore del Napoli Maurizio Sarri.

Ancora un tentativo del quotidiano di casa Juve per incrementare le magre vendite, sfruttare le parole di Sarri e sfidare l'ira del Napoletani. L'articolo di Tuttosport si chiude con un elenco di altre occasioni in cui Sarri si sarebbe lamentato. "Spero che le condizioni del terreno non siano così disastrose come quelle di Coppa Italia: contro il Frosinone hanno giocato a beach soccer [.] Il campo indegno e non all'altezza della categoria" disse l'anno scorso a Pescara. Sul quotidiano sportivo diretto da Paolo De Paola campeggia un fotomontaggio del tecnico azzurro con i capelli rasta à la Bob Marley accompagnato dal titolo "No Sarry no cry", che rievoca la canzone reggae "No woman no cry" resa famosa negli anni '70 dal cantautore giamaicano. Cè chi le definisce provocazioni, o stilettate: di sicuro le lamentele di Maurizio Sarri fanno meno notizia della pioggia londinese o dei saldi di gennaio.

Sui calendari - "Giocare per otto volte dopo la Juventus ci può mettere pressione. E assurdo. Cè buona fede, ma sulle capacità di chi prende queste decisioni in Lega mi viene il dubbio".

SOLDI E FATTURATI - "I numeri parlano chiaro, noi siamo quinti come fatturato. E mi sembra evidente che chi ha il fatturato più alto vinca".

Sulla tonalità delle maglie - "Speravo di morire prima di vedere un Napoli-Juventus grigi contro gialli".

Cosa dire non "squallida prima pagina del quotidiano della Juve". Non si occupano della loro squadra, ma di come creare malcontento negli avversari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE