Sauber e Force India ritirano denuncia contro F1

Bruno Cirelli
Gennaio 26, 2018

Nel 2015, infatti, Force India e Sauber si sono rivolte alla Commissione Europea per indagare sulla distribuzione di denaro tra le squadre di Formula 1, ritenendola ingiusta e illegale.

Il reclamo era stato depositato alla Commissione europea nel 2015, ;prima dell'acquisizione della Formula 1 da parte dei suoi attuali proprietari, che hanno coinvolto tutte i team nelle discussioni riguardanti la gestione di questo sport.

"Abbiamo ritirato la denuncia perchè siamo stati incoraggiati al dialogo dopo la nomina di Chase Carey come CEO e titolare dei diritti commerciali della Formula 1", si legge in una dichiarazione congiunta di Force India e Sauber. "Il loro approccio ha portato una nuova cultura della trasparenza nello sport e illustra la volontà di discutere questioni fondamentali come la distribuzione dei fondi del fondo premi, il controllo dei costi e la regolamentazione dei motori". Force India e Sauber ai quali Ecclestone opponeva accordi siglati liberamente, con i quali si impegnavano ad accettare delle condizioni contrattuali note.

"Siamo incoraggiati e rassicurati dall'approccio equo e imparziale adottato dalla nuova gestione della Formula 1 a tutte le squadre e ai loro problemi".

"Mentre le preoccupazioni che ci hanno portato alla denuncia erano pienamente giustificate, riteniamo che questo nuovo approccio fornisca la certezza che queste saranno considerate obiettivamente, quindi preferiamo cercare di risolvere queste questioni con il dialogo piuttosto che con una disputa legale". "Abbiamo dunque deciso di ritirare la denuncia con effetto immediato", conclude il comunicato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE