I giovani della Lega danno fuoco al pupazzo della Boldrini

Bruno Cirelli
Gennaio 26, 2018

Esponenti del Movimento giovani padani della Lega di Busto Arsizio (Varese) hanno bruciato un fantoccio raffigurante Laura Boldrini nel tradizionale falò della Giobia. Il pupazzo presentava come faccia una fotografia della presidente della Camera ed è stato dato alle fiamme in piazzale Einaudi. Ad appiccare il rogo è stato il sindaco Emanuele Antonelli, secondo quanto riporta il sito "Varesenews".

Quello che però ieri sera, giovedì 25 gennaio, ha destato scalpore, è stata la foto di Laura Boldrini, fantoccio posizionato su una nave diretta in Africa guidata da Francesco Schettino.

Il falò leghista è avvenuto in una piazza della città in provincia di Varese nel giorno in cui una antica tradizione contadina prevede che si bruciasse un fantoccio raffigurante la cosiddetta Gioeubia, una donna anziana che rappresenta la vecchia stagione invernale che ci si lascia alle spalle. Si valuterà poi se nei loro confronti siano configurabili ipotesi di reato. Un episodio certamente spiacevole, dal quale il Movimento si è dissociato "nella maniera più assoluta".

Il coordinamento di Mgp ha inoltre spiegato in una nota che il "contrasto alle pessime politiche del governo" viene portato avanti "con la sola forza delle idee, non con atti di violenza", rassicurando circa il fatto che gli autori di tali gesti verranno raggiunti da sanzioni disciplinari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE