Bargagli, trovata morta in casa: è giallo

Paterniano Del Favero
Gennaio 26, 2018

Il corpo è stato scoperto dai Carabinieri allertati da una vicina di casa, che ha raccontato di avere notato per diverse ore la luce accesa in casa della Satera, di avere provato a telefonarle e di non avere ricevuto risposta. Si è dunque preoccupata e ha avvisato i soccorsi. Satera è stata uccisa o la morte è semplicemente conseguenza di una caduta da una scala? La porta - a quanto si apprende - veniva lasciata aperta dalla vittima, già coinvolta in un episodio di cronaca.

Verrà effettuata nei prossimi giorni l'autopsia sul corpo di Maria Satera, la donna di 58 anni trovata morta nel pomeriggio di mercoledì nella sua casa di Bargagli, nell'entroterra genovese.

Ad alimentare i sospetti degli investigatori qualche dubbio, il fatto che nel marzo del 2015 la stessa Maria Satera, che lavorava come badante, era stata aggredita a sprangate e ridotta in fin di vita da una persona che ancora non è stata individuata. Sul posto i carabinieri di Bargagli e della compagnia di Chiavari insieme al medico legale di turno per i rilievi. In casa, al momento dell'aggressione, c'era però soltanto Bacigalupo, che era stato quindi arrestato con l'accusa di tentato omicidio e, nel settembre del 2016, condannato a 9 anni e 4 mesi di reclusione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE