Atalanta, Gasperini avverte: "Se cambiano le strategie non resto. Percassi ha detto…"

Rufina Vignone
Gennaio 26, 2018

" Ha senso che io resti a Bergamo se posso realizzati i sogni che il presidente Percassi mi ha chiesto". Un progetto che però non convince ancora del tutto Gian Piero Gasperini, il messaggio alla dirigenza è piuttosto chiaro.

In campionato si paga qualcosa all'impegno in coppa ma l'ottavo posto a quota 30 (non lontano dalla "zona UEFA" è più che dignitoso); inoltre è arrivata la qualificazione alla semifinale di Coppa Italia sbancando il San Paolo.

Secondo l'allenatore italiano le condizioni all'interno del club sono cambiate: "Il progetto di Antonio Percassi diceva: 3 o 4 big e dentro i ragazzi del vivaio. Adesso non è così ed io non posso condividere". "Al momento non vedo lo scenario di un anno fa anche se durante l'estate sono stati fatti investimenti importanti". Ha lavorato bene, ma mi guardo intorno e vedo un mercato sottotono rispetto alla squadra. "E questo è un dato oggettivo".

Giampiero Gasperini è stato capace di realizzare il record di punti - 72 - nella storia dell'Atalanta in Serie A nella stagione scorsa.

Come interpretare le parole del mister? Lo sfogo di Gasperini c'è, ora si attende la reazione della società. Siamo alla vigilia di un filotto di partite importante, perché fare queste dichiarazioni, così chiare ma allo stesso tempo dure e indubbiamente destabilizzanti? Di certo nelle segrete stanze di Zingonia si lavorerà tutti assieme per risolvere i problemi e rendere l'Atalanta sempre più solida.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE