Palermo, violenta una paziente: ginecologo in manette

Bruno Cirelli
Novembre 2, 2017

La prima nel suo studio medico a Palermo, la seconda nell'ambulatorio dell'ospedale Villa Sofia - Cervello, dove dirige il reparto di uroginecologia.

Un ginecologo di 65 anni e' stato arrestato a Palermo per violenza sessuale ai danni di una migrante tunisina di 29 anni.

La donna, durante la sua deposizione, ha spiegato di essersi rivolta al professionista perché soffriva di gravi problemi ginecologici che in Tunisia l'avevano costretta a subire ben tredici interventi chirurgici, senza tuttavia risolvere il disturbo. Per questo aveva deciso di rivolgersi ad un medico italiano, e la scelta era ricaduta su Adile.

Dopo il primo episodio di violenza, avvenuto nel dicembre del 2016, il medico le avrebbe detto di fare anche un'ecografia gratuita in ospedale. La tunisina, temendo un'altra violenza, si è così recata all'appuntamento registrando tutto con il telefonino.

Le indagini, coordinate dal pm Giorgia Righi e dall'aggiunto Ennio Petrigni, si sono avvalse della consulenza tecnica di un perito della Procura che ha estrapolato la registrazione che ha fornito riscontri alle accuse.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE