Napoli, si ferma Ghoulam: si teme un problema al crociato

Rufina Vignone
Novembre 2, 2017

Alla mezz'ora del primo tempo al suo posto è entrato Cristian Maggio, ma sicuramente Sarri avrebbe preferito non dover rinunciare forzatamente ad uno dei suoi fedelissimi, praticamente sempre presente da quando il Napoli ha iniziato la sua stagione ufficiale, nel preliminare di Champions League contro il Nizza. Al 61', l'arbitro Brych assegna un calcio di rigore al Napoli per fallo in area di Sané su Albiol: dagli undici metri, Jorginho spiazza Ederson, siglando il goal 2-2.

Il problema che ha portato alla sostituzione dell'algerino è relativo al ginocchio. Gli ospiti dunque si dispongono in campo con un 4-2-3-1 che vede Ounas esterno a destra e Callejon e Mertens che si alternano nel ruolo di prima punta. E al 35' pareggia. Il Napoli fatica a organizzarsi e il City viene fuori dal guscio, approfittando del momento di sbandamento dei partenopei: Otamendi sigla il pareggio, poco dopo Pepe Reina vede la traversa tremare.

Il difensore ci riprova appena comincia la ripresa, e stavolta fa centro.

Ma il Napoli è generoso e prova a risalire la china, e al 55' Insigne si accentra da sinistra, alza la testa e sgancia un destro che sbatte sulla traversa. Il Napoli accusa il gol e gli inglesi guadagnano campo. Nulla può il portiere azzurro al 94' quando Rog sbaglia e innesca un altro contropiede fulminante del City: De Bruyne porta palla fino alla trequarti e lancia Sterling che in diagonale chiude la partita. Dobbiamo battere Shakhtar e Feyenoord, sperando che nell'ultima sfida il City vada a vincere in trasferta a Donetsk.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE