Ecco la nuova ripartizione dei diritti tv: Bologna oltre quota 50 milioni

Bruno Cirelli
Novembre 2, 2017

Rassegna stampa: La Repubblica, di Fulvio Bianchi.

.

Certo, la partita dei diritti tv in realtà è ancora aperta. Il punto-chiave è l'aumento dal 40 al 50% della quota dei diritti Tv attribuita equamente ai club di serie A, mentre scende quella attribuita sul numero dei tifosi. Salta completamente il riferimento, che valeva il 5%, alla popolazione residente nel comune della squadra sportiva.

Tra le altre misure in materia di sport del 'pacchetto Lotti, ci sono poi la norma che consente il tesseramento dei giovani stranieri non in regola con il permesso di soggiorno dopo un anno di scuola - definita norma 'Tam Tam' dal nome della squadra di Basket di Castel Volturno -, gli incentivi per la ristrutturazione degli impianti calcistici e fondi per favorire il 'vivaiò di giovani promesse alla stretta nella definizione delle società sportive dilettantistiche.

In particolare, si legge nel disegno di legge, "sulla base del pubblico di riferimento di ciascuna squadra, tenendo prioritariamente in considerazione il numero di spettatori paganti che hanno assistito dal vivo alle gare casalinghe disputate nell'ultimo campionato".

In futuro potrebbe non essere più così: la forbice fra grandi e medio-piccole andrà a ridursi sempre più e in teoria non ci dovrebbero essere quei divari in campionato che ci sono adesso.

Nel caso specifico del Bologna si potrebbe davvero esultare per un risultato storico e fortemente voluto tanto dalla proprietà quanto in prima persona dall'amministratore delegato Claudio Fenucci che da anni ha fatto del tema della ripartizione più equa dei diritti televisivi uno dei suoi cavalli di battaglia. In Italia la fetta più grossa spetta alla Juventus (66.2 milioni di euro), seguita da Inter (64.7), Milan (62.8), Napoli (61.0) e Roma (60.0). Lotti ha mantenuto la sua promessa e ultimamente ha incontrato moltissimi presidenti di società, amministratori delegati, avvocati. "Sarà un campionato più bello e interessante", ha chiosato il Ministro dello Sport nei giorni scorsi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE