Chiaia, segregato in casa dalla madre ad 11 anni: salvato dai vigili

Barsaba Taglieri
Novembre 1, 2017

Gli agenti della Polizia Municipale sezione Chiaia (Napoli) hanno scoperto che il bambino viveva in una situazione di disagio psicofisico indotto dalle fragilità della mamma. Infatti, il ragazzino era stato isolato dalla madre da ogni contatto sia con gli altri familiari che con gli amici prediligendo un rapporto esclusivo a due in solitudine rispetto al mondo esterno. Gli uomini della municipale si sono interessati al caso in seguito alla denuncia sporta dal nonno e dalla sorella maggiorenne.

Un particolare inquietante emerso dal racconto dei familiari è che l'appartamento in cui madre e figlio vivevano, era stato svuotato di quasi tutte le suppellettili per dar spazio ai dipinti inquietanti della donna.

Gli agenti, appena raccolte le denunce, si sono subito adoperati presso i Servizi Sociali Territoriali e presso la scuola dove il minore è iscritto ricevendo conferma della mancata frequentazione scolastica.

I vigili urbani, assieme agli assistenti sociali, lo hanno allontanato dalla madre, portandolo nella casa del nonno materno. Per la madre è stata prospettata la necessità di un percorso di supporto. Il fascicolo è stato trasmesso alla Procura ordinaria e alla Procura per i minorenni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE