Bankitalia, prime parole di Visco dopo conferma a governatore

Paterniano Del Favero
Novembre 1, 2017

Il Governatore di Bankitalia ha aggiunto: "la supervisione sulle banche riduce significativamente le probabilità che si verifichino crisi bancarie ma non può annullarla". Il nostro paese anche in questo caso risulta ostaggio di una politica fatta dai demagoghi e nel tunnel in cui ci troviamo non si vede luce all'orizzonte. "La tutela del risparmio - ha detto Visco - richiede stabilità monetaria e stabilità finanziaria; le decisioni e gli interventi di banca centrale e di vigilanza le perseguono con determinazione; sui comportamenti delle singole banche la supervisione è ferma e intensa".

In occasione della 93ª edizione della Giornata Mondiale del Risparmio organizzata dall'Acri il riconfermato presidente della Banca d'Italia Ignazio Visco *ha dichiarato che l'istituto che guida *non esiterà a dare conto del proprio operato nell'attività di vigilanza bancaria, ossia in quelle serie di monitoraggi che a causa delle recenti crisi bancarie aveva chiamato il partito di maggioranza, il Pd, a richiedere in una mozione una segnale di discontinuità in occasione del rinnovo dei vertici di via Nazionale. "Le banche sono imprese e anche in presenza di difficoltà la vigilanza non può sostituirsi agli amministratori". Lo ha assicurato il governatore. Nel secondo trimestre di quest'anno, ricorda Visco, il flusso de i nuovi crediti deteriorati "è diminuito al 2 per cento del totale dei prestiti, un valore in linea con la media osservata n egli anni che hanno preceduto l'avvio della crisi finanziaria globale". L'arrivo di Visco davanti alla platea romana è stata salutato da un lungo applauso della platea, composta da banchieri ed esponenti delle fondazioni bancarie.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE