Sotto copertura 2 - La cattura di Zagaria, anticipazioni terza puntata

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 30, 2017

Le anticipazioni sulla quarta e ultima puntata di Sotto copertura 2 la cattura di Zagaria rivelano che lo scontro tra Romano e il boss si fa sempre più teso con mosse decisive da entrambe le parti. Il programma può essere seguito anche su pc, tablet e smartphone in live streaming su RaiPlay. Michele Romano e i suoi uomini hanno individuato il responsabile della morte di Arturo, si tratta di Daniele Turco.

Stando a quanto si apprende dalle anticipazioni ufficiali, nella terza puntata della serie vedremo come un'irruzione in casa Ventriglia verrà purtroppo neutralizzata da una talpa di Zagaria che avrà informato il boss appena in tempo per evitargli l'arresto.

Carlo, per riscattarsi dopo aver dubitato di Romano, si offre volontario per infiltrarsi in quel pericoloso mondo, ma quest'operazione potrebbe per lui rivelarsi più rischiosa del previsto.

Nel frattempo, Zagaria ha proposto ad Agata di diventare l'erede "pulita" del suo impero criminale. Agata non sembra disposta ad accettare questa proposta e si rifugia quindi tra le braccia di Nicola, progettando di scappare dalle grinfie di Zagaria. Prima di andarsene, però, cerca di aiutare un'associazione di genitori di bambini malati di cancro a cui si è legata, che si batte per scoprire la verità sui rifiuti tossici che la camorra seppellisce in tutto il casertano.

Nicola sapeva fin dall'inizio che sarebbe arrivato il momento di scegliere fra l'amore per Agata e la fedeltà a Michele Zagaria, ma non immaginava che la sua scelta potesse avere tali drammatiche conseguenze. Quello a cui Agata non ha pensato, però, è la reazione di Nicola: il ragazzo, infatti, si sente in colpa per aver tradito la fiducia di Zagaria, che per lui è una figura molto importante, una sorta di secondo padre. Nel frattempo il cerchio dell'indagine inizia finalmente a stringersi intorno a Zagaria, e il boss è costretto a reagire fabbricando nuove prove di collusione contro Romano: 200.000 euro in contanti a nome del poliziotto, nascosti in una cassetta di sicurezza. Soldi sporchi che costringono la PM De Simone a prendere seri provvedimenti contro Romano e la sua squadra ...

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE