Cagliari, Barella: "Gli episodi hanno dato ragione al Torino"

Rufina Vignone
Ottobre 30, 2017

Alla prima vera occasione il Cagliari passa in vantaggio. Nel Torino rientra Belotti, che è anche colui che batte il calcio d'inizio, mentre a centrocampo Mihajlovic ripropone Valdifiori per il deludente Rincon.

Il Toro è ancora una squadra malata, ma almeno ha ritrovato i gol e la vittoria, medicina indispensabile per puntellare la traballante panchina di Mihajlovic. Tra i titolari è tornato anche Joao Pedro, che ha ripreso il suo posto dietro le punte Pavoletti, all'inutile ricerca del terzo gol in rossoblù, e Farias. E un Gallo Belotti in più. Superata la mezz'ora comincia la solita girandola di sostituzioni, ma il pallino del gioco resta sempre in mano alla squadra di Mihajlovic, decisamente più reattiva rispetto alla prima parte di gara. Al 19' i padroni di casa si fanno vedere con Belotti, il numero 1 sardo non corre pericoli. Lancio di Farias dalla destra, stop col mancino e diagonale col destro che trafigge Sirigu. Trascorrono centoventi secondi e i granata pervengono al pareggio: il numero 10 granata inventa per Ansaldi, cross in mezzo e Iago Falque di piatto insacca. Molto contratti i padroni di casa, subiscono il pressing rossoblù e così Sirigu rischia tantissimo con un colpo di testa fuori dall'area davanti al fiato sul collo di Farìas in rimonta.

Si arriva all'intervallo senza altri sussulti, mentre l'avvio di ripresa vede il pubblico accogliere il rientro della squadra con applausi, anche se timidi. Il primo pericolo del match lo creano i granata con Ljajic, la sua punizione però termina di poco al lato rispetto alla porta difesa da Rafael. Già al 10' Mihajlovic opera il primo cambio, rilanciando Obi al posto di Acquah per aggiungere un po' di dinamismo al settore centrale.

66' OBI 2-1 - Baselli conquista palla sulla sinistra dell'area del Cagliari e calcia a rete da posizione defilata: Rafael può solo deviare sulla traversa, e sulla ribattuta del legno Obi è lesto a inserirsi in avanti e a insaccare di testa. Cercheremo di fare di tutto per vincere domenica, è una partita importantissima: "se giochiamo come abbiamo fatto oggi, possiamo portare a casa i 3 punti". La prima occasione del secondo tempo è del Cagliari al 5', con i sardi che vanno vicini al gol con un colpo di testa di Capuano che esce di poco alla sinistra di Sirigu; pochi minuti dopo è il Torino a divorarsi il gol del vantaggio con Ljajic servito bene da Iago Falque, ma la sua rasoiata non trova lo specchio della porta di pochi centimetri. La sofferenza dei minuti di recupero finali, ben sei, lascia lo spazio alla festa per la vittoria ritrovata. Ancora Torino vicino al raddoppio con un tiro di Belotti respinto centralmente da Rafael, Obi tira fuori.

Cagliari (3-4-1-2): Rafael; Romagna (87' Giannetti), Andreolli, Capuano; Faragò, Barella (69' Sau), Cigarini, Padoin (77' Miangue); Joao Pedro; Farias, Pavoletti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE