#MilanJuventus, Allegri: "Higuain tra i migliori al mondo, ma non deve fermarsi"

Rufina Vignone
Ottobre 28, 2017

Sul Milan: "Mi aspettavo questo Milan, hanno iniziato bene il match mentre noi siamo stati poco reattivi all'inizio".

"Voglio una prestazione tosta, l'anno scorso abbiamo perso due volte a San Siro". Quest'anno gli attaccanti si chiamano Dybala e Higuain, sostenuti nel fatturato sottoporta da un ex centravanti reinventato esterno, Mandzukic, e da piedi sinistri fatati come quelli di Douglas e Bernardeschi, per citare due che stanno entrando sempre più nel pianeta Juve. Per noi non deve essere la partita della svolta ma fa parte di un cammino per arrivare a fine campionato là in cima, un punto sopra o sotto, ma comunque lì. "Poi la partita è cambiata, la squadra ha allungato la traiettoria di passaggio". "Giocare a San Siro non è semplice, Milan-Juve sono sempre equilibrate, i ragazzi hanno dimostrato che sono di un certo spessore e ci tengono a vincere il settimo scudetto".

Gli addetti ai lavori sostengono che la Juventus rischia di abbassare la tensione perché ha la pancia piena dopo tanti anni di vittorie... Ecco le sue parole: "La squadra ha gestito bene la palla, ci sono stati errori tecnici perché spesso abbiamo giocato ad un metro quando potevamo giocarla". Domani è un buon test, il campionato si decide nelle ultime 5. "Il Napoli ha otto punti in più. l'Inter dodici".

"Sarebbe il primo obiettivo raggiunto della stagione e martedì abbiamo la possibilità di raggiungerlo. Noi, però, dobbiamo farci trovare pronti".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE