Bufera su Lotito per la visita alla sinagoga: "E famo 'sta sceneggiata"

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 28, 2017

Dopo il vestito di Halloween e le figurine con il volto di Anna Frank, non mancano altri fatti ingiuriosi contro quella bambina, diventata poi simbolo del genocidio operato dai nazisti, nel campo di concentramento di Auschwitz; infatti, ieri mattina, il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha dichiarato apertamente che la sua visita alla Sinagoga di Roma era una totale sceneggiata. Er vice-rabbino ci sarà? Su di una delle corone c'era una dedica fin troppo sgrammaticata, scritta di pugno dal presidente della Lazio: "Dedicata hai fratelli ebrei". Il parlamentare ha aggiunto di essere certo che Lotito non intendesse banalizzare il suo gesto. "La frase 'facciamo questa sceneggiata', invece io non l'ho sentita". Oggi quella corona è stata ritrovata scaraventata sulle sponde del Tevere proprio di fronte l'edificio religioso. Secondo quanto si è appreso, la corona è stata avvistata in tarda mattinata.

Secondo Pecoraro, lo stratagemma che avrebbe consentito ai tifosi biancocelesti di assistere all'incontro col Cagliari in Curva Sud dopo che la Nord era stata squalificata, violerebbe il principio di lealtà sportiva.

Il presidente, in onore della comunità ebraica deportatata durante il peridio nazista e successivamente durante quello della seconda guerra mondiale, ha deposto una corona di fiori sopra la lapide.

"Un rappresentante di una società di calcio che si esprime nel modo in cui abbiamo sentito esprimersi alcuni di loro in questi giorni, e non voglio personalizzare, mi fa inorridire perché cadono il sistema delle responsabilità e i modelli che abbiamo contribuito ad edificare negli ultimi 80 anni". Lo ha affermato su Sky Tg24 la presidente della Comunità ebraica romana, Ruth Dureghello.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE