Malta, esplode l'auto: morta la giornalista Daphne Caruana Galizia, indagò sui MaltaFiles

Bruno Cirelli
Ottobre 16, 2017

La blogger e giornalista Daphne Caruana Galizia è morta in circostanze ancora da accertare a Bidnija, nell'isola di Malta. 15 giorni fa, aveva depositato una denuncia dopo aver ricevuto minacce di morte.

Lo hanno reso noto i media locali. Ancora ignote le cause, ma diverse fonti dicono che sia stata talmente potente da far volare molti detriti dell'auto, una Peugeot 108, al di là della strada e fino ai campi circostanti. "Tutti sanno quanto Galizia fosse critica nei miei confronti, ma nessun può giustificare questo atto barbaro", ha detto, aggiungendo su Twitter che "non avrà pace finchè giustizia non sarà fatta".

La Galizia era diventata celebre a seguito dello scandalo dei "Maltafiles", una inchiesta internazionale indipendente secondo la quale "lo Stato nel Mediterraneo fa da base pirata per l'evasione fiscale in Ue".

La giornalista aveva indagato sul coinvolgimento di personalità maltesi nei cosiddetti Panama Papers. "Un barbaro attacco" lo ha definito il premier maltese Joseph Muscat.

Il premier Muscat ha aggiunto, commentando la morte della blogger: "Oggi è un giorno nero per la nostra democrazia". Il quotidiano statunitense Politco aveva inserito Daphne Caruana Galizia tra le "28 persone che stanno modellando, scuotendo e agitando l'Europa" descrivendola come "Donna-WikiLeaks impegnata in una crociata contro la non trasparenza e la corruzione a Malta". Il premier laburista ha sempre respinto le accuse anche a carico dei suoi familiari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE