Leader Catalogna chiede 2 mesi di tempo per trattare con Madrid

Bruno Cirelli
Ottobre 16, 2017

155 della Costituzione e sospendere l'autonomia catalana. Ha mandato una lettera a Rajoy chiedendo due mesi di tempo per poter organizzare un incontro e discutere dell'indipendenza della regione. Accettare la realtà è il cammino per risolvere i problemi. La "priorità del mio governo è cercare con tutta la forza necessaria la via del dialogo", assicura il leader catalano. Parlando a una riunione di ministri ibeoramericani della Giustizia, Català ha ricordato inoltre che, oltre a chiedergli se avesse dichiarato l'indipendenza, il premier Mariano Rajoy ha fissato per la Generalitat un'altra scadenza, giovedì prossimo, perchè spieghi quali misure vuole adottare per recuperare il rispetto dei suoi impegni. Verificheremo in questo modo l'impegno, di ciascuna delle due parti, nella ricerca di una soluzione concordata.

Mentre la Cup, la coalizione catalana di sinistra a ispirazione secessionista, chiede a Puigdemont di rispondere a Madrid con una chiara dichiarazione di indipendenza, il partito dello stesso presidente, Pdecat, sta cercando un negoziato. E' anche citato, presso la Audiencia Nacional, il maggiore dei Mossos d'Esquadra, uno dei quadri di polizia con maggior prestigio della polizia europea e che compie il suo lavoro in maniera rigorosa e garantista. Il rischio, in quel caso, è che una protesta finora pacifica e democratica possa assumere forme anche violente. La nostra proposta di dialogo è sincera, nonostante tutto ciò che è accaduto, ma logicamente è incompatibile con l'attuale clima di crescente repressione e minaccia. Cinque giorni fa il governo iberico aveva chiesto al governo catalano di chiarire la sua posizione: ora Puigdemont propone di organizzare "il prima possibile" un incontro urgente per "esplorare le prime intese". Non lasciamo che si deteriori ancor di più la situazione. "Sono sicuro che, con buona volontà e riconoscendo il problema e guardandolo in faccia, possiamo trovare la via della soluzione", è l'appello finale del presidente della Catalogna.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE