Di Maio: "Per il voto siciliano servono gli osservatori dell'Osce"

Bruno Cirelli
Ottobre 16, 2017

Luigi Di Maio vuole gli osservatori Osce (l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione europea) a sorvegliare le urne in Sicilia. Il motivo? "C'è un serio problema di voto di opinione e libertà di voto. Le premesse per un voto di scambio ci sono tutte: siamo preoccupati", dice il leader del Movimento 5 Stelle che per questo motivo ha chiesto "all'Osce l'invio degli osservatori internazionali in Sicilia per monitorare il corretto svolgimento delle elezioni".

E sul caso imprensentabili, Cancelleri ha incalzato: "Non voglio più il confronto con Nello Musumeci sulle liste pulite, Musumeci questo confronto lo sta avendo con i Tribunali e l'ha già perso". Il vicepresidente della Camera ha convocato una conferenza stampa, questa mattina a Palermo, insieme al candidato alla presidenza della Regione, Giancarlo Cancelleri, per affrontare il tema degli impresentabili nelle liste elettorali.

"Chiediamo a Bindi di rendere noto l'elenco ufficiale degli impresentabili prima del voto".

"Chi si astiene favorisce gli aguzzini di questo Paese - ha detto il candidato premier - Per questo faccio appello ai cittadini: andate a votare, non importa per chi ma andate".

Quest'ultimo ha poi fatto l'elenco dei reati commessi dagli impresentabili: "Corruzione, voto di scambio, truffa aggravata sono i reati ricorrenti, spesso legati a settori come la sanità, le infrastrutture, i trasporti e la formazione professionale".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE