Bruno Fernandes avvisa la Juve: "Vogliamo vincere allo Stadium"

Rufina Vignone
Ottobre 16, 2017

NAZIONALE E CRESCITA - Quest'estate il passaggio allo Sporting è stato un fulmine a ciel sereno: "Qualcuno avrebbe potuto prendermi in Italia?"

Un passato in Italia e il presente in Portogallo.

"Mi sento carico, ci sarà la possibilità di fare un grande passo in avanti per la qualificazione vincendo a Torino". C'è stata la svolta per lo Sporting e anche per il giocatore: "Sono cresciuto tanto, l'allenatore è bravo e la squadra idem". Poi io ho avuto la possibilità di venire allo Sporting e io l'ho colta subito: qui posso fare il salto di qualità. "C'è chi dice che le sconfitte insegnano molto, ma anche imparare a vincere non è male". Proprio con l'Udinese, vinse allo Stadium nell'agosto 2015, come ricorda lo stesso Fernandes a "Tuttosport": "Ci siamo riusciti e abbiamo interrotto la loro imbattibilità interna: abbiamo fatto un'impresa con una partita di sacrificio. Ma con lo Sporting sarà diverso: le ambizioni sono altre e ce la giocheremo faccia a faccia".

"Andremo allo Stadium per un bel faccia a faccia, senza chiuderci dietro. Mi ha detto che stavo facendo bene e che devo continuare così". "Non bisogna farsi condizionare dalla partita con la Lazio: la Juve resta la Juve".

Nel reparto offensivo Dybala e Higuain sono chiamati al riscatto: la 'Joya', insieme Cuadrado, tornerà titolare rispetto all'anticipo di sabato, mentre l'ex Napoli vuole cancellare gli errori al cospetto di Strakosha e dare seguito in Europa alla rete segnata tre settimane fa all'Olympiakos. "Le punizioni? Pjanic in questo momento tira meglio". Sulla corsia opposta si rivedrà Alex Sandro dopo il turno di riposo contro la Lazio, Matuidi invece affiancherà Pjanic in mediana: panchina, almeno inizialmente, per Khedira.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE