Salsiccia fresca, allarme salmonella. Il Ministero ritira salsicce a rischio

Barsaba Taglieri
Ottobre 15, 2017

Nell'avviso che è stato diramato dal dicastero vi è un provvedimento per il ritiro della Salsiccia fresca e in pasta a rischio microbiologico per salmonella spp (salmonella brandenburg). Il ministero della Salute ha pubblicato il richiamo di un lotto di salsicce fresche in filze prodotta da un'azienda di Foligno, per la presenza di Salmonella.

Le salsicce a rischio salmonella sono vendute sfuse al dettaglio e nello specifico riguardano il lotto 0510PP, con scadenza al 07/10/2017 e al 15/10/2017. Il richiamo specifica che è altamente sconsigliato mangiare il prodotto e che nel caso fosse stato acquistato è possibile restituirlo nel punto vendita in cui è stato preso. Si distinguono salmonelle adattate all'ospite, responsabili di tifo e paratifo nell'uomo, diffuse nei paesi in via di sviluppo, e salmonelle non ospite-specifiche che possono infettare l'uomo e gli animali e rappresentano un frequente agente di tossinfezione alimentare nei paesi industrializzati. In particolare volendo schematizzare, i principali strumenti di diffusione di questa infezione sono rappresentati dagli alimenti, dall'acqua contaminata e da piccoli animali domestici. Da semplici disturbi gastrointestinali, nei casi più gravi possono verificarsi batteriemie o infezioni focali a carico di ossa e meningi. Il periodo di incubazione è molto breve, con i primi sintomi della malattia che possono manifestarsi anche solo dopo 12 ore dall'ingestione del batterio.

Sebbene il numero totale di infezioni sostenute dal genere Salmonella abbia subito un decremento nel corso degli ultimi anni, sia in Europa che in Italia, essa continua a rimanere l'agente di malattia trasmessa da alimenti più frequentemente isolato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE