Ming-Chi Kuo: nel 2018 tutti gli iPhone abbandoneranno il Touch ID

Geronimo Vena
Ottobre 14, 2017

Oggi, l'analista KGI Securities Ming-Chi Kuo, riconosciuto come il miglior analista Apple del pianeta (o almeno il più connesso), ha ribadito un commento che ha fatto il mese scorso: secondo Kuo, ilTouch ID - che ha debuttato sugli Apple iPhone 5s - sta per percorrere la stessa strada del jack audio da 3,5 mm con i modelli 2018.

Per il 2017, il colosso Apple ha conservato lo scanner Touch ID per le impronte digitali sui dispositivi iPhone 8 e iPhone 8 Plus. Voci di corridoio vogliono la presenza di questa tecnologia già il prossimo anno sul nuovo Note di Samsung, ma a più riprese KGI ha affermato che i tempi di sviluppo dovrebbero essere più lunghi per un'implementazione perfetta del lettore di impronte sotto il vetro.

Nel nuovo report inviato agli investitori, infatti, Kuo sostiene che è molto probabile che Apple abbandoni definitivamente il Touch ID e si concentri unicamente sul Face ID, reso possibile dal sistema di fotocamere TrueDepth, su cui la società di Cupertino ha investito molto.

La previsione dell'analista di KGI Securities suggerisce che non solo tutti i nuovi iPhone del 2018 saranno caratterizzati dall'assenza del Touch ID, ma che con tutta probabilità emuleranno il medesimo design di iPhone X con profili ridotti al minimo. Non è ancora chiaro cosa ne sarà della gamma Mac e iPad, anche se Kuo ritiene che il prossimo anno sarà il turno di iPad Pro a perdere il tasto Home a favore del Face ID. Difatti, con la fotocamera TrueDepth che offre funzionalità di riconoscimento facciale, basta dare semplicemente un'occhiata all' iPhone X per sbloccare il dispositivo e verificare l' identificazione per i servizi come Apple Pay.

L'analista conferma anche che diversi produttori Android stanno lavorando per integrare il sensore di impronte digitali all'interno del display, ma questa idea è stata vagliata e poi abbandonata da Apple. Comprereste uno smartphone solo con riconoscimento facciale? Tuttavia, sembra che Apple stia nuovamente aprendo la strada verso una nuova tecnologia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE