Polanski, una quarta donna lo accusa di stupro

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 4, 2017

Quest'ultima è la quarta accusa per violenza sessuale che Polanski riceve. All'epoca dei fatti Langer aveva 15 anni. Dopo di che, secondo il resoconto di Langer, Polanski l'avrebbe violentata in camera da letto. Lei ha ricordato di essersi sentita inerme, incapace di difendersi nonostante i tentativi. Avrebbe visitato il regista di "Rosemary's Baby" e "Chinatown" nella sua casa a Gstaad (Una frazione di 2 500 abitanti del comune svizzero di Saanen, nella regione dell'Oberland) dove secondo la donna sarebbe avvenuta la violenza.

L'attrice, oggi sessantunenne, ha aggiunto poi che nei mesi successivi all'accaduto, Polanski l'avrebbe contattata per chiederle scusa e offrirle una parte nel suo film Che? "Provavo vergogna ed imbarazzo, mi sentivo persa e sola".

La 61enne che si è rivolta alla polizia di San Gallo ha dichiarato di aver incontrato il regista quando faceva la modella a Monaco. Occasione dove si sono ripercorsi i problemi legali che Polanski ha avuto. Una donna di cui si conosce solo il nome, Robin, ha denunciato nuovamente Polanski, accusandolo di violenza sessuale. Modella, nel 1977 accusò Roman Polanski di averla drogata e violentata quando aveva 13 anni. È ciò che ha dichiarato martedì la polizia svizzera, specificando il fatto che sono in corso delle indagini dopo le dichiarazioni di una donna che ha affermato di aver subito violenza sessuale da parte del regista franco-polacco. Dal 1978 vive in esilio, dopo aver lasciato il Paese alla vigilia della sentenza sul caso. Da allora ha ottenuto la cittadinanza francese (per non essere estradato negli Stati Uniti) ma ha vissuto perlopiù tra la Polonia e la Svizzera. Dal canto suo, Samantha Geimer ha chiesto nei mesi scorsi l'archiviazione del caso, ma un giudice di Los Angeles ha respinto la sua richiesta, stabilendo che Polanski dovrà comparire davanti a un tribunale se vorrà vedere il caso risolto. I suoi avvocati non sono mai riusciti a far cadere le accuse, l'ultimo rifiuto è arrivato ad agosto 2017.

In una sua intervista, Roman Polański ha dichiarato di aver ammesso le sue colpe per tutto ciò che aveva fatto nella sua vita, ma che ora tutto deve essere considerato finito, perché si tratta di un caso chiuso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE