Chi non fa colazione rischia l'arteriosclerosi

Barsaba Taglieri
Ottobre 4, 2017

Secondo i ricercatori spagnoli in uno studio pubblicato su Journal of the American College of Cardiology ci sarebbe un maggior rischio di aterosclerosi e un peggior profilo cardiovascolare nei soggetti che abitualmente saltano la colazione.

Le persone che non si fermano la mattina a fare colazione sono state studiate da due punti di vista: sia sotto l'aspetto delle arterie che portano ossigeno al cuore sia sotto l'aspetto del costume insalubre. Lo studio è stato condotto da Jose Penalvo, della Tufts University's Friedman School of Nutrition Science and Policy di Boston, su 4.000 adulti tra i 40 e i 54 anni d'età in Spagna. Lo studio spagnolo ha interessato 4052 individui che non facevano la colazione o bevevano solo un caffè al mattino, o mangiava coprendo il 20% del fabbisogno calorico giornaliero proprio al mattino. Le arterie dei fan della colazione sono risultate in condizioni migliori. In particolare, circa il 75% di chi saltava la colazione presentava placche, contro il 57% di chi ne faceva una ricca e il 64% di chi se ne concedeva una leggera.

Valentin Fuster, l'autore della ricerca ha spiegato: "Alla luce di questa ricerca si può dire che fare colazione regolarmente è un'abitudine che tutti possono far propria per ridurre il proprio rischio cardiovascolare".

Gli esperti hanno visto che chi era solito saltare la colazione aveva un rischio doppio di presentare arteriosclerosi e anche altri fattori negativi quali un più ampio girovita, peso eccessivo, pressione alta, eccesso di grassi e zucchero nel sangue. Importante per gli adulti e fondamentale per i bambini, non dovrebbe essere mai saltata. Più a rischio cardiaco anche coloro che si limitano a una colazione frugale. I cereali inoltre, contengono fibre che aumentano il senso di sazietà e aiutano le funzioni intestinali.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE