Spagna, il re difende l'unità

Bruno Cirelli
Ottobre 3, 2017

Alle spalle, la scelta non è ovviamente casuale, la bandiera spagnola e quella dell'Unione europea.

A due giorni dal voto che ha infiammato la Spagna, e la Catalogna, Re Felipe di Spagna ha tenuto il suo discorso alla nazione.

"Stiamo vivendo dei momenti molto gravi per la nostra democrazia" ha esordito Filippo VI. Poi, rivolgendosi alle autorità catalan, le ha accusate di aver "infranto sistematicamente le leggi, dimostrando una slealtà inammissibile nei confronti dello Stato, ribaltando l'armonia e la convivenza all'interno della società catalana".

Il re si rivolge direttamente ai catalani: "Voglio dire ai catalani che sono preoccupati per il comportamento delle autorità della Catalogna che non siete soli, avete la solidarietà di tutti gli spagnoli per difendere i vostri diritti". "Senza questo rispetto, non si può convivere democraticamente in pace e libertà, né in Catalogna, né in Spagna, né in alcun luogo". "Dobbiamo continuare a percorrere questa strada con serenità e determinazione". La violenta repressione a seguito del voto di indipendenza della Catalogna ha infatti suscitato non poco scalpore, sia in Spagna che nel mondo, generando reazioni e riflessioni di ogni tipo.

Parole pesanti, e chiare, che marcano una linea netta nella questione catalana e fanno capire ancor più quello che re Filippo chiama "il fermo impegno della Corona per la Costituzione e il mio impegno come re per l'unità della Spagna".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE