Pedofilia, Papa Francesco chiede scusa alle vittime di abusi sessuali: "Un'assoluta mostruosità"

Bruno Cirelli
Agosto 16, 2017

Vittima da bambino per anni di abusi sessuali da parte di un frate cappuccino, aveva fatto coming out tempo fa parlando della sua terribile vicenda, ma in termini di accettazione e perdono, cosa che fece scalpore quando normalmente tale vicende scatenano l'odio e il desiderio di denuncia da parte delle vittime di violenze sessuali.

Non è la prima volta che Papa Francesco si esprime contro la pedofilia che definisce un 'peccato terribile' che 'contraddice tutto quello che la Chiesa insegna'. E lo fa nero su bianco nella prefazione del libro di Daniel Pittet - oggi sulla Bild in esclusiva.si è rivolto alle giovani vittime di abusi sessuali subiti da religiosi. "Si tratta di una grande sfida per le vittime della violenza pedofila - scrive il Papa - quella di parlare e di raccontare quanto hanno dovuto sopportare, quella di descrivere come le esperienze traumatiche del passato li tormentino ancora dopo diversi anni". Francesco ricorda poi l'incontro con Pittet in Vaticano, due anni fa. "Com'è possibile - scrive ancora Francesco - che un sacerdote, che ha dedicato la vita a Cristo e alla sua Chiesa, possa arrivare al punto da causare tanto male? Come può aver consacrato la sua vita per condurre i bambini a Dio, e finire invece per divorarli in quello che ho chiamato un 'sacrificio diabolico', che distrugge sia la vittima sia la vita della Chiesa?". Il pontefice però non si limita alla condanna ma ha chiesto umilmente scusa, tante sono le vittime di abusi sessuali che si sono tolte la vita. Le morti per pedofilia pesano sulla coscienza di Papa Francesco e sulla chiesa. "Alle loro famiglie vorrei esprimere il mio amore, il mio dolore e chiedere in tutta umiltà il loro perdono".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE