Diabete e immunoterapia: un successo i primi test sull'uomo

Barsaba Taglieri
Agosto 10, 2017

L'immunoterapia è una cura che agisce sul sistema immunitario del paziente che si è già dimostrata efficace anche su alcune forme di tumori. E' il promettente risultato di un primo trial clinico pilota condotto su 27 pazienti presso l'Università di Cardiff e King's College di Londra e pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine. Tutti i volontari avevano scoperto da poco di aver sviluppato il diabete giovanile.

Il pancreas dei malati non ha subito danni dovuti alla naturale evoluzione della malattia: otto dei pazienti hanno ricevuto la terapia a base di anticorpi specifici mentre ai restanti 19 un semplice placebo. I pazienti restano quindi incapaci di produrre da sé insulina e devono prenderla al bisogno per regolare la glicemia. Inoltre, è risultata in grado di mantiene stabile la malattia per cui i pazienti trattati non hanno bisogno nei mesi successivi di aumentare la somministrazione insulinica per regolare la glicemia come, invece, è successo ai pazienti del gruppo placebo. Il diabete giovanile è una malattia cronica, autoimmune, inquadrabile nel gruppo delle patologie note come diabete mellito, caratterizzata da un'elevata concentrazione di glucosio nel sangue, a sua volta causata da una carenza di insulina nell'organismo umano. L'immunoterapia è pensata per tenere a bada l'assalto del sistema immunitario contro il pancreas e quindi limitare i danni, ma tanti erano i timori nell'utilizzare questo tipo di strategia. I ricercatori, sempre attraverso le pagine della rivista, hanno fatto sapere di essere pronti a dare seguito alla sperimentazione ripetendo il test su un numero di pazienti più cospicuo, così da confutare l'efficacia della nuova cura.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE